Perchè usare la carta da parati

Non sono ancora due anni da quando abbiamo comprato la nostra nuova casa è già quel tremendo momento è arrivato, quello che tutti odiano, quella cosa che nessuno vuole fare, il tragico appuntamento con vernice e rullo per rinfrescare il colore delle pareti.

Il fatto che abbiamo due bambini ha fatto arrivare ben presto il punto limite delle pareti di casa arrivato il quale non ci si può più tirare indietro e arrendersi a dipingere. Avrete capito che non è un lavoro che amo.

I bambini, discolacci, hanno fatto nel tempo dei bei disegni sul muro della loro cameretta, ed a volta un semplice rigo di matita. Certo la vernice che copre i muri è lavabile, ma alla fine ogni lavata leva un po’ di colore e non sempre si riesce a pulire bene e rimane un’ombra sul muro.

E non solo la cameretta è da ridipingere, anche il resto della casa, nei punti di maggior passaggio ci sono ombre sul muro chiaro, manate ed anche vernice scrostata.

Quindi è arrivato il momento di ridipingere casa con tutto ciò che comporta (spostare i mobili, coprire tutti, un paio di giorni di disagio domestico) e la cosa peggiore è che non si può fare un lavoro definitivo, tra due anni saremo punto e a capo.

Nella ricerca di possibili soluzioni alternative, l’unica cosa che ho trovato realizzabile è utilizzare la carta da parati. Attenzione, se avete fatto una smorfia forse avete un concetto un po’ antico della carta da parati.

Le carte da parati moderne sono belle da vedere, quasi un’installazione artistica, fatte con materiali di qualità, resistenti all’acqua che oltre ad una funzione di arredamento sono utili in quanto possono nascondere le imperfezioni del muro.

carta da parati effetto catasta di legno

Davvero in salotto, o in camera da letto, pensate che la miglior soluzione sia una bella parete bianca?  Oltre al problema che si sporca facilmente, come abbiamo detto, quanto la parete bianca (o comunque a tinta unita) produce valore per la vostra casa?

Una bella foto a tutta parete è sicuramente un’altra cosa.

Un nostro amico invece ha realizzato in salotto  un bellissimo trompeloeil, un quadro tridimensionale direttamente sulla parete più importante della sua stanza. E’ veramente molto bello,  ha personalità e aggiunge valore alla sua casa, ma dal mio punto di vista presenta tre grandi problemi: è costosissimo, il risultato finale dipende non solo dalla bravura dell’artista, ma anche dal suo gusto personale ed il lavoro finito potrebbe non piacere, ed è molto delicato, non pensabile con dei bambini in casa che potrebbero rovinarlo in qualsiasi momento.

Ma l’installazione di una carta da parati, ma piuttosto io la chiamerei gigantografia, risolve questi problemi e raggiunge gli stessi risultati del trompeloeil. Prendete la carta da parati con una colorata mongolfiera ad esempio: ha personalità, ha colore, movimento e fantasia, niente di paragonabile ad una parete a tinta unita, al contempo non costa molto (anzi costa pochissimo rispetto a quanto pensavo, una maxi foto di 4 metri di larghezza per due di altezza costa meno di 90 euro) ed è molto resistente, anche a prova di mani appiccicose di bambino.

Perchè usare la carta da parati ultima modifica: 2018-05-25T16:08:15+00:00 da admin-Salvatore

Cosa ne Pensi ? Vuoi lasciare un commento ?

Utilizziamo i tuoi dati solo per poter pubblicare il tuo commento.Leggi la pagina della privacy policy per sapere come proteggiamo i dati che inserisci per commentare. I commenti sono protetti da spam da Akismet. Leggi la privacy policy di Akismet per sapere come trattano i tuoi dati.