Cambiare l’arredamento della camera

Penso di trovarmi nella situazione tipica di chi passa da una piccola casa ad una casa più grande, per cui affrontando l’investimento di una casa nuova se possibile si cerca di risparmiare sull’arredamento.

Molti arredi vendono portati dalla casa vecchia alla nuova e qualcuno oltre a mostrare i segni del tempo si adatta anche male alla nuova abitazione.

Per esempio i mobili della cucina non corrispondevano, la vecchia cucina era stretta e lunga, quella di adesso è quasi quadrata e non era possibile adattare il vecchio mobilio e quindi al momento dell’accensione del mutuo abbiamo considerato anche i costi per l’acquisto della cucina, che abbiamo scelto di qualità, perché è un ambiente che viviamo molto, ed è stato l’unico mobilio nuovo acquistato pressoché insieme alla nuova casa.

Per il resto dell’arredamento ci siamo un po’ arrangiati con quello che avevamo, posticipando l’acquisto degli arredi adatti a momenti più opportuni.

vecchia camera matrimoniale

Così l’anno passato abbiamo acquistato i mobili del soggiorno (tranne il divano che è rimasto quello vecchio, ma non è più comodo come una volta e stiamo già valutando il cambio), mentre quest’anno abbiamo deciso di rinnovare i mobili della camera matrimoniale.

Non è uno scherzo aggiornare l’arredamento. Oltre a tutte le considerazioni sull’opportunità di affrontare la spesa, si va incontro a piccoli problemi pratici, per cui il cambio dell’arredamento ci terrà occupati mentalmente e fisicamente per diversi giorni.

Quando si cambia l’arredamento di una stanza la prima cosa da fare è smaltire il vecchio arredamento, in modo che quando arriveranno i montatori del mobilificio trovino la stanza vuota e pronta per posizionare ogni cosa.

Se si ha una casa al mare o in montagna, o una vigna, si può pensare di trasferirvi parte dell’arredamento in un doppio cambio, ma comunque il trasporto richiede l’utilizzo di un furgone e almeno quattro braccia forti.
Se non c’è questa possibilità bisogna rivolgersi allo smaltimento comunale, ma bisognerà pensarci per tempo perchè il sistema di ritiro dei rifiuti ingombranti è molto lento e possono passare settimane prima del giorno concordato per il ritiro. E comunque bisogna smontare tutto e portarlo a strada dove avverrà il ritiro.

La terza opzione è vendere tutto all’usato, se i mobili sono ben tenuti, magari a poco ma con la richiesta che il compratore provveda a smontaggio e trasporto. Si guadagna qualcosina e ci si leva un lavoro improbo. E non è così difficile oggi trovare acquirenti.

Ma per la camera da letto abbiamo avuto qualche problema in più rispetto al salotto.

nuova camera matrimoniale

Perché prima di smontare i mobili dobbiamo svuotare tutto l’armadio, i comodini ed il comò. E credetemi, dentro l’armadio c’è un sacco di roba. Dove metterla . E come sistemarla? Se i piatti ed altri oggetti della vetrina del salotto possono essere messi tranquillamente per qualche giorno in una scatola, per l’abbigliamento il discorso è diverso. Dovremo vestirci in modo adeguato anche per i pur pochi giorni che saremo senza camera e armadio e quindi abiti, mutande, calze e accessori dovranno essere a portata di mano, tenuti stirati e puliti, e pronti all’uso. E’ comunque l’occasione buona per smaltire i capi di abbigliamento che non si usano più (anche quelli di una taglia meno che speravamo di indossare l’anno prossimo).

Un secondo problema sottovalutato per il nuovo arredamento della camera è la disposizione dell’impianto elettrico. Se si hanno o si avranno le abat-jour ai lati del letto, o i deviatori per spengere la luce principale, non si può pensare di mettere i mobili in posizione diversa da prima, specialmente il letto, perché i punti luce e le prese di corrente, l’antenna tv se presente, obbligano la posizione dei mobili, a meno di non pensare a lavori di muratura per spostarli, che però fanno aumentare le spese, il tempo necessario ed il disagio per la famiglia.

A proposito di disagio è rischioso pensare di svuotare la camera il giorno prima dell’appuntamento con il mobiliere e la camera nuova. Sicuri di fare in tempo? Allora questo impegnativo lavoro facciamolo almeno due giorni prima. Ma come passeremo la notte? Se non si ha una seconda camera da letto quale sono le soluzioni? Lasciamo il materasso in terra per dormire? Ci facciamo ospitare da mamma (sempre se anche lei ha una camera disponibile? Si cerca un alberguccio economico?

Concludendo se pensate di cambiare l’arredamento della camera sappiate che è molto più faticoso e complicato di quello che pensate. Sempre convinti che il vecchio armadio vada cambiato? Mentre ci pensate io vado a svuotare il mio.

Cambiare l’arredamento della camera ultima modifica: 2018-06-23T19:42:01+00:00 da admin-Salvatore

Cosa ne Pensi ? Vuoi lasciare un commento ?

Utilizziamo i tuoi dati solo per poter pubblicare il tuo commento.Leggi la pagina della privacy policy per sapere come proteggiamo i dati che inserisci per commentare. I commenti sono protetti da spam da Akismet. Leggi la privacy policy di Akismet per sapere come trattano i tuoi dati.