La casa che non ti aspetti: viaggio tra le abitazioni più curiose al mondo

la casa a forma di conchiglia

A forma di conchiglia, ispirate ai personaggi dei cartoon, rotanti, trasparenti e costruite sugli alberi. Sono le case più curiose che potrete vedere viaggiando per il mondo. In alcuni casi costruite da architetti veri e propri, in altri da persone comuni o da vip: ecco una lista delle abitazioni in cui la fantasia dell’uomo ha dato il meglio di sé.

Passeggiando per le vie di Tokyo potrete visitare una villetta completamente trasparente, la “House NA” progettata da Sou Fujimoto. Ispirata alla vita sugli alberi dei nostri antenati, questa casa non ha stanze ermeticamente separate una dall’altra. Tutti gli ambienti sono connessi tra loro e come i rami di un albero sono distribuiti in maniera non uniforme su piani diversi. Per passare da uno all’altro ci sono scale e scalini rimovibili e tutte le pareti sono completamente trasparenti. Non proprio la soluzione ideale per gli amanti della privacy.
Costruire la casa come una sala giochi a Las Vegas potrebbe sembrare quasi un sogno. Non lo è se ti chiami Daniel Negreanu e sei il giocatore di poker sportivo più vincente di tutti i tempi. Il campione del tavolo verde ha deciso di arredare gli interni e gli esterni della sua abitazione con ogni tipo di intrattenimento. Nel soggiorno è possibile trovare alcuni vecchi cabinati delle sale giochi – quelli che fino ad alcuni anni fa ospitavano giochi come Pac-man e Street Fighter – tavoli da biliardo, maxi schermi per collegare console. All’esterno un campo da minigolf attrezzato anch’esso con schermi dove poter giocare e guardare lo sport in Tv.

Sbarchiamo in Europa, e più precisamente a Tourettes-sur-Loup, in Francia, per visitare la “Maison Bulle”. Una costruzione che non ha ancora 50 anni ma che è già stata inserita dal Ministero della cultura francese nel patrimonio storico nazionale. Disegnata negli anni ’70 dall’architetto ungherese Antti Lovag per Pierre Cardin, la casa ha un’impostazione futuristica in cui le forme interne e l’arredamento sono per lo più di forma ovale e convessa. Un design pensato per godere appieno del paesaggio della Costa Azzurra e le cui finestre rendono una visione mozzafiato del Mar Mediterraneo.

Per chi non lo sapesse, la casa dei Flintstones esiste. E non solo nei cartoni animati. Basta farsi un viaggio a Malibù, in California per ammirare la rivisitazione extra-lusso della dimora preistorica di Fred e Wilma costruita su un terreno di 23 ettari affacciato sull’Oceano Pacifico. La casa è di proprietà della famiglia di Dick Clark, famoso anchorman americano deceduto nel 2012 e grande appassionato della serie di Hanna&Barbera. A pochi anni dalla morte, Clark e la moglie hanno deciso di mettere in vendita la costruzione progettata dall’architetto Phillip Jon Brown per una cifra introno ai 3 milioni e mezzo di dollari.

Se non sopportate il freddo invernale, il caldo estivo e se avete sempre sognato una casa che si adatti a ogni tipo di stagione, la soluzione giusta si trova a Teheran, in Iran. È stata costruita qui la “Sharifi-ha house”, struttura girevole in grado di adattarsi a ogni condizione climatica. Si tratta di un edificio a 7 piani di cui 3 hanno facciate in cui le stanze ruotano a 90 gradi per seguire la luce e una parete di legno che si può aprire o chiudere. Premendo soltanto un bottone è possibile decidere se godere del tepore solare o meno, a seconda del periodo dell’anno. La casa è stata completata nel 2013 ed è stata progettata dallo studio di architettura Nextoffice.

Chiudiamo con una delle costruzioni più belle e suggestive al mondo. Ci troviamo a Naucalpan, una cittadina messicana che nel 2006 ha visto sorgere la “Casa Nautilus”, liberamente ispirata alla forma dell’omonimo mollusco e che si presenta come una conchiglia avvolta su sé stessa. Opera del celebre architetto Javier Senosiain, la costruzione riprende anche all’interno le stesse curve dell’animale e presenta una serie di ambienti realizzati sullo stile dei fondali marini. Uno degli esempi più recenti di bio-architettura in cui si vede chiara l’influenza di figure importanti come Frank Lloyd Wright e Gaudì, autori nel passato di opere pensate per vivere in armonia con il paesaggio circostante e ispirate agli ambienti naturali.

La casa che non ti aspetti: viaggio tra le abitazioni più curiose al mondo ultima modifica: 2017-05-16T10:35:13+00:00 da admin-Salvatore

Cosa ne Pensi ? Vuoi lasciare un commento ?

Questo sito può utilizzare i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi