Scopri l’architettura modulare

In Italia siamo rimasti molto tradizionalisti in fatto di edilizia: costruire significa calce e mattoni, cemento armato se serve. Quando vediamo qualcosa di diverso magari ne possiamo apprezzare la bellezza e la praticità, ma difficilmente adottiamo un modo diverso di costruire.

L’edilizia alternativa fa molta fatica a sbocciare in Italia, eppure ci sarebbero tante innovazioni interessanti da seguire con successo, come le costruzioni energeticamente indipendenti, oppure le costruzioni modulari.

L’architettura modulare prevede la  progettazione di un sistema composto da componenti separate che possono essere collegate insieme, anche in un secondo momento. La peculiarità  dell’architettura modulare è che è possibile sostituire o aggiungere qualsiasi componente senza influire sul resto del sistema.  Il termine modulare può essere applicato a qualsiasi campo della tecnologia e sfoggia soluzioni molto interessanti anche nell’edilizia.

Modularità significa utilizzare lo stesso modulo in più soluzioni, consentendo un’ampia varietà di design senza l’utilizzo di molti tipi di moduli diversi. Questa porta numerosi vantaggi, primo fra tutti l’economicità. La modularità è particolarmente vantaggiosa quando il progetto è relativamente grande. Grazie alla modularità, è possibile ottenere vari progetti, ottenendo allo stesso tempo costi di sviluppo bassi e risparmi in termini di costi nella progettazione e nella costruzione.

Un’altro vantaggio consiste in una più facile e veloce realizzazione nel luogo di costruzione (i moduli sono prefabbricati altrove) e quindi un minor tempo di permanenza dei cantieri e quindi minori problemi logistici.

architettura modulare

La costruzione modulare prefabbricata è una tecnica edilizia che ha già dimostrato di contribuire a ridurre l’impatto ambientale nelle costruzioni e contemporaneamente aumentare l’efficienza energetica della struttura. La costruzione dei moduli avviene in fabbrica dove vengono poi assemblate e poi i singoli moduli spediti sul sito di costruzione dove verranno completati. I moduli sono già forniti di infissi, pavimenti, rivestimenti ed elettrodomestici.

Concentrare la maggior parte della costruzione in fabbrica permette di avere un minore impianto ambientale e una gestione ottimale dei lavoratori, tutti impegnati in un luogo di lavoro contemporaneamente, mentre in un cantiere classico si devono alternare le diverse figure professionali (muratori, idraulici,elettricisti). I rifiuti prodotti in fabbrica sono meno impattanti nell’ambiente, più facilmente smaltibili ed in qualche caso anche riciclabili. La produzione non si ferma in caso di maltempo ed anche il disagio arrecato agli abitanti della zona di costruzione è molto ridotto.

La costruzione modulare sembra quindi la scelta più sensata per non pesare troppo sull’ambiente e per costruire case e complessi abitativi sostenibili e ben integrati con l’ambiente circostante. Dal nostro punto di vista resta comunque da abbattere la barriera culturale per cui edilizia è sinonimo di calcestruzzo e mattoni, e che vede nel termine “prefabbricato” un sinonimo di bassa qualità e costruzione provvisoria. Cose naturalmente non vere e se non ne sei convinto ti basterebbe guardare qualche documentario di real-life spesso trasmessi sui canali Sky per vedere come all’estero vanno molto orgogliosi delle loro costruzioni modulari.

Scopri l’architettura modulare ultima modifica: 2019-01-26T10:08:31+00:00 da admin-Salvatore

Cosa ne Pensi ? Vuoi lasciare un commento ?

Utilizziamo i tuoi dati solo per poter pubblicare il tuo commento.Leggi la pagina della privacy policy per sapere come proteggiamo i dati che inserisci per commentare. I commenti sono protetti da spam da Akismet. Leggi la privacy policy di Akismet per sapere come trattano i tuoi dati.