Manutenzione dell’impianto termico

La nostra caldaia ed i nostri condizionatori devono essere sottoposti a controllo periodico da parte di un tecnico specializzato al fine di garantirne la sicurezza e l’efficienza energetica.

Vediamo qual è la normativa generale su questo argomento.

Che cos’è un impianto termico?

L’impianto termico è un sistema tecnologico che serve a riscaldare o raffrescare gli ambienti.

Sono impianti termici:

  • impianti di riscaldamento dotati di generatori di calore alimentati a gas, gasolio, biomassa,  energia elettrica (caldaie, condizionatori, pompe di calore)
  • sono assimilati agli impianti termici stufe, caminetti, apparecchi di riscaldamento localizzato ad energia radiante installati in modo fisso  quando la somma della potenza al Focolare di tali unità, per ciascuna unità immobiliare,  è maggiore o uguale a 5 kilowatt
  • impianti di climatizzazione estiva
  • impianti di esclusiva produzione di acqua calda sanitaria per una pluralità di utenze o comunque non destinati a servire singole unità immobiliari residenziali o assimilate

Quali sono i controlli che devono essere effettuati?

manutenzione caldaia

Manutenzione periodica

La manutenzione è l’insieme delle operazioni utili a preservare nel tempo le prestazioni degli apparecchi e dei componenti a fini della sicurezza, della funzionalità e del contenimento dei consumi di energia.

Gli installatori ed i manutentori devono definire e dichiarare esplicitamente al responsabile dell’impianto termico, in forma scritta e facendo sempre riferimento alla documentazione tecnica del progettista dell’impianto o del fabbricante degli apparecchi, quali siano le operazioni di manutenzione di cui necessita l’impianto e con quale frequenza le operazioni vanno eseguite.

Il manutentore ha l’obbligo di rilasciare un rapporto di manutenzione e di compilare il Libretto di Impianto.

Controllo di efficienza energetica

Il controllo di efficienza energetica dell’impianto, compresa la redazione del rapporto di controllo, è obbligatorio per legge e deve essere eseguito secondo la periodicità stabilita dalla regione di appartenenza.

Sono soggetti al controllo di efficienza energetica le seguenti tipologie di impianti:

  • impianti per la climatizzazione invernale di potenza termica utile nominale maggiore o uguale a 10 kilowatt
  • impianti per la climatizzazione estiva e pompe di calore di potenza termica utile nominale maggiore o uguale a 12 Kilowatt

Documentazione obbligatoria a corredo dell’impianto

Gli impianti termici devono essere muniti di:

  • libretto di impianto
  • istruzioni d’uso e manutenzione dell’impianto e della caldaia
  • dichiarazione di conformità ai sensei del DM 37/2008
  • rapporti di controllo e manutenzione
  • rapporti di controllo di efficienza energetica (la prova fumi)
  • codice identificativo dell’impianto

Chi è il responsabile dell’impianto termico

  • Il ruolo di responsabile dell’impianto termico appartiene a:
  • l’occupante a qualsiasi titolo in caso di singole unità immobiliari residenziali
  • il proprietario in caso di singole unità immobiliari residenziali non locate
  • l’amministratore di condominio il caso di edifici dotati di impianti termici centralizzati amministrati in condominio
  • legale rappresentante in caso di edifici di proprietà di soggetti diversi dalle persone fisiche

Il responsabile può delegare un’altra figura definita terzo responsabile.

Manutenzione dell’impianto termico ultima modifica: 2018-01-15T17:15:54+00:00 da admin-Salvatore

Cosa ne Pensi ? Vuoi lasciare un commento ?

Utilizziamo i tuoi dati solo per poter pubblicare il tuo commento.Leggi la pagina della privacy policy per sapere come proteggiamo i dati che inserisci per commentare. I commenti sono protetti da spam da Akismet. Leggi la privacy policy di Akismet per sapere come trattano i tuoi dati.