Esempio di architettura modulare

Recentemente ho scritto dell’architettura modulare, una tecnica di costruzione in grado di abbattere i costi e soprattutto i disagi sul sito in costruzione, sia per gli operai che per l’ambiente circostante.

L’architettura modulare in poche parole si avvale della preparazione di prefabbricati in fabbrica che poi vengono assemblati e collegati l’uno all’altro sul posto di destinazione. Questo permette di svolgere gran parte del lavoro in fabbrica invece che all’aperto, di abbattere i costi con moduli standard poi adattati alle esigenze specifiche, senza togliere possibilità di personalizzazione.

Ho già scritto dei grandi pregi dell’architettura modulare, ma forse vi domandate perché se ci sono tutti questi vantaggi, guardandosi intorno non si riscontrano costruzioni di questo tipo.

E’ vero che in Italia per le costruzioni residenziali non è una tecnica molto utilizzata, anche se non assente. Però nelle costruzioni pubbliche, nelle grandi opere, l’architettura modulare è presente, per la semplificazione nella progettazione e per il contenimento dei costi. Probabilmente siamo erroneamente portati ancora a interpretare il termine prefabbricato con “poca qualità” o “brutto da vedere”, quindi non ci rendiamo conto che il bellissimo ospedale di cui è stata dotata la comunità è realizzato in architettura modulare, così come gli spogliatoi della palestra della scuola o l’ampliamento del centro anziani.

Proprio l’ampliamento dell’ospedale cittadino mi ha ispirato ad informarmi sulle costruzioni modulari. La necessità di ampliamento si è palesata con l’accentramento nel capoluogo di tutti i servizi sanitari, per un’opera di spending review sanitaria che conosciamo bene in tutta Italia.

L’architettura modulare in pratica

La costruzione di ospedali prefabbricati si adatta benissimo alla spiegazione dell’efficienza della costruzione modulare: pensate al lungo corridoio di stanze per la degenza tutte uguali, una accanto all’altra. E la ripetizione di queste stanze per ogni piano.

il reparto di un ospedale

I lavori sono iniziati preparando lo spazio sul terreno antistante l’ospedale vecchio, e a seguire le infrastrutture necessarie (fognature). Questa preparazione iniziale ha richiesto molto tempo e mi ha portato a pensare a quanto ce ne sarebbe voluto per terminare la costruzione del nuovo ospedale, urgente per poter accogliere i pazienti di tutta la provincia.

In realtà, grazie alla costruzione modulare, una volta terminata la preparazione del sito l’ospedale è stato costruito in tempi relativamente brevi, perché la costruzione è iniziata insieme alla preparazione del sito. Mentre sul terreno le ruspe spianavano, livellavano, scavavano fondamenta e fognature, in qualche fabbrica lontana venivano costruiti i moduli che assemblati insieme hanno poi formato l’edificio dell’ospedale. In questo modo sono stati ottimizzati i tempi ed il lavoro di costruzione procedeva anche se non davanti ai nostri occhi.

Una volta che il terreno è stato pronto lo erano anche la maggior parte dei moduli prefabbricati, che portati sul posto hanno mostrato un ospedale già in fase avanzata di costruzione.

progetto ospedale pubblico

La nuova ala dell’ospedale non è ancora stata inaugurata, quindi non posso parlarvi dell’accuratezza degli interni. Guardando la costruzione dall’esterno vi posso però dire che l’ampliamento è stato realizzato in tempi molto più veloci di quanto potessi pensare e che una volta rifinito il tutto, grazie anche ad interventi estetici mirati (una pianta qui, una tenda la) l’aspetto è gradevole, lineare, pulito e sarà un ambiente dove, con tutti i loro problemi di salute, pazienti e visitatori non potranno però lamentarsi del luogo in cui sono assistiti.

Esempio di architettura modulare ultima modifica: 2019-02-10T10:28:49+00:00 da admin-Salvatore

Cosa ne Pensi ? Vuoi lasciare un commento ?

Utilizziamo i tuoi dati solo per poter pubblicare il tuo commento.Leggi la pagina della privacy policy per sapere come proteggiamo i dati che inserisci per commentare. I commenti sono protetti da spam da Akismet. Leggi la privacy policy di Akismet per sapere come trattano i tuoi dati.