La caldaia garantita 7 anni

Bonus facciate 2020 anche per i lavori iniziati nel 2019

Abbiamo già parlato della detrazione “Bonus facciate” per la ristrutturazione delle facciate dei palazzi. Adesso la Legge è operativa e con una buona novità: i requisiti per usufruire della detrazione fiscale del 90% del costo sostenuto per gli interventi di recupero o restauro della facciata esterno degli edifici, in 10 rate annuali di pari importo, prevedono che i pagamenti siano considerati per cassa e non per competenza.

Cosa significa? Che vanno in detrazione anche i lavori di ristrutturazione iniziati nel 2019, purché il pagamento sia avvenuto nel 2020 .

Lo ha chiarito l’Agenzia delle Entrate che ha pubblicato la circolare con le indicazioni e i chiarimenti sugli adempimenti da seguire per ottenere la detrazione, che sicuramente darà un forte impulso al lavoro edile.

bonus facciate 2020

La novità più importante è che il bonus copre anche i lavori iniziati nel 2019, ma non l’unico motivo per leggere attentamente la circolare che specifica tutti i lavori che possono essere portati in detrazione.

In pratica è detraibile qualsiasi lavoro a cui è soggetta la vista esterna del palazzo, quindi anche i balconi, i fregi architettonici, le grondaie ecc.

Beneficiano della detrazione anche le spese per perizie, sopralluoghi, progettazione dei lavori, installazioni di ponteggi.

Quadro sintetico dei lavori agevolati

  • INTERVENTI DI RECUPERO O RESTAURO DELLA FACCIATA ESTERNA DEGLI EDIFICI
  • PULITURA E TINTEGGIATURA ESTERNA SU STRUTTURE OPACHE DELLA FACCIATA
  • INTERVENTI SULLE STRUTTURE OPACHE DELLA FACCIATA COMPLESSIVA DELL’EDIFICIO influenti dal punto di vista termico o che interessano oltre il 10% dell’intonaco della superficie disperdente lorda complessiva dell’edificio
  • INTERVENTI SU BALCONI, ORNAMENTI E FREGI (INCLUSI QUELLI DI SOLA PULITURA O TINTEGGIATURA)
  • ALTRI INTERVENTI PER IL DECORO URBANO (grondaie,pluviali, parapetti,cornicioni)
  • SPESE CORRELATE AGLI INTERVENTI AGEVOLABILI acquisto materiali,progettazione e altre prestazioni professionali connesse (per esempio, perizie e sopralluoghi e rilascio dell’attestazione di prestazione energetica), installazione ponteggi, smaltimento materiale, Iva, imposta di bollo, diritti pagati per la richiesta di titoli abitativi edilizi, tassa per l’occupazione del suolo pubblico

Chi può usufruire del Bonus Facciate

Possono usufruire della detrazione tutti i contribuenti residenti e non residenti, anche se titolari di reddito d’impresa, che sostengono le spese per l’esecuzione degli interventi agevolati e che possiedono a qualsiasi titolo l’immobile oggetto di intervento. In particolare, sono ammessi all’agevolazione:

  • le persone fisiche, compresi gli esercenti arti e professioni
  • gli enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale
  • le società semplici
  • le associazioni tra professionisti
  • i contribuenti che conseguono reddito d’impresa (persone fisiche, società di persone, società di capitali).

La detrazione non può essere utilizzata da chi possiede esclusivamente redditi assoggettati a tassazione separata o a imposta sostitutiva.

Quali immobili possono usufruire del Bonus Facciate

Gli immobili oggetto di manutenzione però devono trovarsi nelle zone A e B (indicate nel decreto ministeriale n.1444/1968) o in zone a queste assimilabili in base alla normativa regionale e ai regolamenti edilizi comunali.

Le zone A comprendono «agglomerati urbani» di carattere storico, artistico o di particolare pregio ambientale e le aree circostanti.

Le zone B invece riguardano le aree dove gli edifici coprono almeno un ottavo della superficie fondiaria e la densità territoriale sia superiore a 1,5 mc/mq.

PAGAMENTI

Per avere la detrazione del 90% occorre effettuare il pagamento mediante bonifico bancario o postale (anche “on line”) dal quale risulti:

  • la causale del versamento
  • il codice fiscale del beneficiario della detrazione
  • il numero di partita Iva o il codice fiscale del soggetto a favore del quale è effettuato il bonifico (ditta o professionista che ha effettuato i lavori).

ATTENZIONE È possibile utilizzare i bonifici già predisposti per la detrazione prevista per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio e di quella per la riqualificazione energetica degli edifici (ecobonus).

Bonus facciate 2020 anche per i lavori iniziati nel 2019 ultima modifica: 2020-02-15T18:45:08+01:00 da admin-Salvatore

Cosa ne Pensi ? Vuoi lasciare un commento ?

Utilizziamo i tuoi dati solo per poter pubblicare il tuo commento.Leggi la pagina della privacy policy per sapere come proteggiamo i dati che inserisci per commentare. I commenti sono protetti da spam da Akismet. Leggi la privacy policy di Akismet per sapere come trattano i tuoi dati.