Le agevolazioni fiscale per ristrutturazione casa ed acquisto mobili ed elettrodomestici

Ristrutturare casa può essere una buona idea: si può risparmiare sulla dichiarazione dei redditi, grazie ad apposite agevolazioni fiscali previste per una vasta gamma di interventi.
Facendo qualche calcolo, nel giro di 10 anni si può recuperare più della metà di quanto si è speso.

Ce lo spiega Altroconsumo Soldi e Diritti nel numero 148 di maggio 2016 da cui riporto questo articolo.(Altroconsumo ti prego prima di denunciarmi per copia non autorizzata, richiedi semplicemente la rimozione di questo interessante ed utile articolo 😉   )

Interventi di ristrutturazione dell’ abitazione

ristrutturazione e agevolazioni fiscali

ristrutturazione e agevolazioni fiscali

Effettuare pagamenti tramite bonifico per i lavori di ristrutturazione è fondamentale per ottenere le detrazioni fiscali previste. In questo tipo di interventi, infatti, l’agevolazione dipende dalla data del bonifico di pagamento, che deve essere sempre successivo alla fattura cui fa riferimento.

La detrazione a cui si ha diritto viene divisa in 10 rate annuali di pari importo. La spesa massima detraibile è riferita alla singola unità immobiliare e non deve superare il limite di 96 mila euro.

Gli interventi che si stanno facendo sono la prosecuzione di lavori iniziati in precedenza? Per determinare il limite massimo delle spese detraibili bisogna tenere conto dei costi già sostenuti.

Attenzione: la detrazione per ristrutturazioni edilizie non è cumulabile con le agevolazioni per interventi di riqualificazione energetica che riguardano lo stesso intervento.

Tra le ristrutturazioni edilizie detraibili più comuni ricordiamo:

  • interventi di manutenzione ordinaria, realizzati su parti condominiali comuni;
  • realizzazioni di recinzioni o cancellate;
  • sostituzioni dell’impianto elettrico o dell’impianto idraulico o integrazioni per la messa a norma;
  • eliminazione delle barriere architettoniche;
  • interventi per prevenire atti illeciti, come installazioni di grate alle finestre, porte blindate e simili;
  • installazione di impianti fotovoltaici.

Per tutti questi tipi di ristrutturazioni è possibile detrarre: il 50% della spesa per un massimo di 96.000 euro entro il 31 dicembre 2016; per le spese sostenute dal 1 gennaio 2017 si tornerà a poter detrarre il 36% degli importi sostenuti, per un massimo di 48.000 euro di detrazione.

calcolo delle detrazioni fiscali

calcolo delle detrazioni fiscali tra percentuali, rate ed importo massimo .

Spese per arredamento ed elettrodomestici

Nel corso di una ristrutturazione edilizia si sono comprati mobili ed elettrodomestici? Per il 50% della spesa sostenuta si possono detrarre dalla prossima dichiarazione dei redditi. Gli arredi sono agevolati per gli acquisti di ogni categoria, purché siano destinati all’immobile oggetto di ristrutturazione.

Gli elettrodomestici, invece, devono essere nuovi e risultare di classe energetica A+ (A per i forni). I grandi elettrodomestici soggetti ad agevolazioni sono davvero i più disparati: tra di essi rientrano anche lavatrice, lavastoviglie, forni a microonde, frigorifero…

Perché si ottengano le agevolazioni fiscali è necessario che gli acquisti vengano effettuati entro il 31 dicembre 2016. Inoltre, l’immobile a cui saranno destinati deve essere oggetto di ristrutturazione edilizia iniziata prima dell’acquisto degli stessi. La ristrutturazione deve essere successiva al 26 giugno 2012, ma non occorre che sia ancora in corso.

Anche in questo caso il pagamento deve avvenire tramite bonifico o carta di credito. Farà fede la data in cui è avvenuta la transazione: per questo è importante conservare sempre le ricevute di pagamento, che dovranno essere riconducibili al titolare della carta.

Risparmio energetico

Migliorare il livello di efficienza energetica della propria casa è una buona idea anche sotto l’aspetto economico. Gli interventi di riqualificazione sono anch’essi soggetti a detrazioni: tuttavia, in questi casi il limite di spesa varia a seconda del tipo di lavori.

Nella detrazione, inoltre, sono comprese le spese professionali necessarie a ottenere la documentazione richiesta dalla normativa.

La data del bonifico di pagamento fa fede per ottenere l’incentivo. Per fruire di quest’ultimo è indispensabile che i lavori siano eseguiti su edifici residenziali esistenti o su parti degli stessi: le spese effettuate durante la costruzione di un immobile non sono detraibili.

Tra gli interventi di riqualificazione energetica soggetti a detrazioni rientrano:

  • installazione di impianti solari termici, per la produzione di acqua calda a uso domestico;
  • interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale;

Acquisto mobili per  giovani coppie

Le giovani coppie che comprano mobili per l’abitazione principale possono detrarre il 50% della spesa (per una spesa massima di 16.000 euro a coppia) per acquisti fatti nel 2016, purché pagati con bonifico, carta di credito o di debito. Non è cumulabile con il  “bonus mobili” legato alle ristrutturazioni .

La detrazione, che non vale per gli elettrodomestici, è ripartita in 10 quote annuali di pari importo. Per usufruirne, uno dei due componenti della coppia non deve avere più di 35 anni o compierli nel 2016. Vale per coppie sposate o conviventi da almeno tre anni.

Riepilogo delle detrazioni fiscali 2016

Tipo di spesa       Percentuale     Spesa massima

  • ristrutturazione ordinaria di parti condominiali 50% 96.000
  • ristrutturazione straordinaria di unità abitative 50% 96.000
  • acquisto di mobili e grandi elettrodomestici per immobili oggetto di ristrutturazione 50% 10.000
  • adozione di misure antisismiche in zone ad alta pericolosità 65% 96.000
  • riqualificazione energetica di edifici esistenti 65% 153.846
  • involucro edifici (per esempio, pareti, finestre – compresi gli infissi – su edifici esistenti) 65% 92.308
  • installazione di impianti solari termici 65% 92.308
  • acquisto e posa in opera delle schermature solari 65% 92.308
  • sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale 65% 46.154
  • acquisto e posa in opera di impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili 65% 46.154
Le agevolazioni fiscale per ristrutturazione casa ed acquisto mobili ed elettrodomestici ultima modifica: 2016-05-21T19:18:51+00:00 da admin-Salvatore

Cosa ne Pensi ? Vuoi lasciare un commento ?

Questo sito può utilizzare i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi