Il momento giusto per imbiancare casa

Appena comprata la casa nuova eravamo molto eccitati e non vedevamo l’ora di andarla ad abitare.

I giorni che seguono il contratto di acquisto sono di grande felicità, ma anche molto impegnativi.

C’è da organizzare il trasloco, attivare le utenze, capire la disposizione migliore delle stanze e quindi acquistare il mobilio che manca.

La voglia di trasferirsi subito è forte, ma bisogna procedere con razionalità.

Ad esempio, a meno che non si sia acquistato un’appartamento ammobiliato, il vecchio proprietario lo lascerà completamente vuoto, privo di mobili ed altro e quindi è anche il momento migliore per pensare di imbiancare l’intero appartamento.

Anche se si è comprato una casa in buone condizioni, che non ha bisogno di ristrutturazione, imbiancare casa è un lavoro che prima o poi occorrerà fare, molto meglio farlo quando è tutto libero, con accesso a tutte le pareti, tutto lo spazio che serve e senza bisogno di coprire ogni cosa con i teli.

Farlo appena comprato casa, in queste condizioni ideali, permetterà di fare un lavoro migliore e di togliersi il pensiero per gli anni successivi.

Quindi occorre pazientare un po’ prima di trasferirsi e approfittare del momento per tinteggiare le pareti. Presa questa saggia decisione, occorre decidere come fare.

Fare imbiancare da un professionista o fare tutto da soli ?

imbianchino

Con le stanze tutte vuote chiunque è in grado di imbiancare le pareti e quindi potete pensare di fare da soli. Basta coprire con del nastro carta le prese elettriche, coprire le porte e le imposte e muniti di una scala, qualche rullo e la giusta quantità di pittura comprata nei negozi del faidate si può tinteggiare un appartamento in una giornata di lavoro.

Però, come detto, sono giorni di grande frenesia quelli che seguono all’acquisto della casa, e tra tanti impegni da affrontare si può delegare ad un professionista il lavoro di imbiancare l’appartamento.

Ma rivolgersi ad un imbianchino potrebbe essere necessario anche se si avesse il tempo a disposizione.

Se dare bianco su bianco è relativamente semplice con le pareti in buone condizioni,  imbiancare un muro che presenta crepe, muffa, distacchi dell’intonaco o anche semplicemente molti buchi lasciati da chiodi rimossi diventa un lavoro da fare con cura e la capacità necessaria a livellare il muro con lo stucco.

Nel caso che il muro presenti macchie di umidità occorre conoscere i prodotti giusti da applicare per evitare l’insorgere di muffe e applicarli nel modo corretto.

Se poi il vecchio proprietario per le pareti non avesse scelto il classico bianco, ma colori vari, ci vorrà un maggiore impegno sia di tempo che di “mani” di pittura per coprire completamente il colore precedente.

Il momento giusto per imbiancare casa ultima modifica: 2016-12-14T17:02:49+00:00 da admin-Salvatore

Cosa ne Pensi ? Vuoi lasciare un commento ?

Questo sito può utilizzare i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi