Controlla il tasso del tuo mutuo

Controlla gli interessi sul mutuo ipotecarioOggi stavo confrontando i tassi per la concessione del mutuo prima casa con uno strumento online, per verificare anche quale importo di mutuo mi potrei permettere in questo momento e quindi poter fare delle valutazioni più precise sul prezzo massimo che posso pagare la mia nuova casa .

Ad oggi un mutuo a tasso variabile ha un tasso medio intorno al 2,10%, con alcune banche che a particolari condizioni scendono sotto il 2,00%, mentre il mutuo a tasso fisso si può stipulare intorno al 3,50% .

Tassi molto bassi, specialmente se li confronto con il mutuo che sto terminando (mancano poche rate) per l’acquisto della mia attuale abitazione, che ho stipulato nel 2002 al tasso fisso del 6,25% .

Notevole differenza, ma ancora una differenza lecita.  Quello che molti non sanno è che anche un mutuo stipulato con un rispettabilissimo istituto bancario, contrattato ai valori in uso alla data di stipula, adesso potrebbe non essere più regolare, ed anzi superare la soglia del tasso usuraio .  Basta provare a digitare su google ricerca anomalie mutuo per scoprire che chiunque abbia stipulato un mutuo immobiliare qualche anno fa, quando i tassi erano notevolmente più alti, è a rischio di interessi fuori norma.

Parlando di tasso usuraio ci si immagina loschi figuri che agiscono nell’ombra, delinquenti con pochi scrupoli che si approfittano delle disgrazie economiche delle famiglie, ma nella realtà sconfinare in un tasso usuraio è più semplice di quanto si pensi, anche presso la nostra banca di fiducia.

Oltre all’usura dei cosiddetti strozzini infatti, negli ultimi tempi si sente parlare sempre più spesso di usura bancaria, cioè l’applicazione sui finanziamenti concessi dagli istituti di credito di tassi di interesse effettivi che, sommati alle spese di concessione del credito, superano il limite consentito dalla legge sull’usura oltre il quale gli interessi sono sempre considerati usurari.

La Cassazione con una sentenza del 2013  in materia di comportamenti illeciti nei contratti di mutuo ha stabilito che tutte le voci di costo presenti nei mutui come le spese d’istruttoria, le commissioni, le assicurazioni obbligatorie, le penali, le commissioni di massimo scoperto e gli interessi di mora (anche se il cliente non è mai andato in mora e non ha mai pagato queste spese), concorrono all’individuazione del costo del mutuo da confrontare con il tasso usuraio stabilito.

Ma come accennavo il tasso dei mutui cambia considerevolmente negli anni e anche senza conteggi troppo complicati, i mutuo sottoscritto diversi anni fa può diventare usuraio semplicemente con il passare del tempo per le mutate condizioni di mercato.

E’ importante quindi per tutti coloro che hanno attivo un mutuo immobiliare confrontarsi con la propria banca o con un esperto privato per verificare che gli interessi del proprio finanziamento siano sempre rimasti, rata dopo rata, al di sotto del minimo oltre il quale diventerebbero illeciti con possibilità di richiedere il rimborso di quanto indebitamente pagato.

Controlla il tasso del tuo mutuo ultima modifica: 2015-02-02T23:03:06+00:00 da admin-Salvatore

Cosa ne Pensi ? Vuoi lasciare un commento ?

Questo sito può utilizzare i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi