Come proteggere la tua casa dal calcare

Sono molti i problemi tecnici che si possono presentare all’interno di un’abitazione, uno dei più temuti è senza dubbio la formazione del calcare.

Il calcare è una roccia costituita per lo più da carbonato di calcio, da cui ne prende anche il nome. Si presenta in natura come un solido bianco ma la sua composizione può variare notevolmente a seconda delle condizioni di formazione e molto altro ancora.

Nella maggior parte dei casi vediamo del calcare in luoghi dove vi è una frequenza costante di acqua ed è proprio questo contatto a creare problematiche più o meno gravi all’interno delle abitazioni. Questo fenomeno così dannoso per elettrodomestici e non solo si presenta poiché il calcare può mostrarsi in natura anche sciolto all’interno di acqua. In questo modo l’acqua, dopo essere entrata in contatto con queste rocce calcaree durante tutto il suo ciclo, trattiene i carbonati di calcio presenti nel calcare e li deposita poi all’interno delle tubature durante la sua fase di evaporazione.

calcare su filtro rubinetto

Proteggere la propria casa dal calcare, per quanto possa sembrare inizialmente una cosa semplice e poco impegnativa, richiede in realtà non solo pazienza ma costanza e precisione. Esistono nel mercato molteplici prodotti anticalcare che si possono utilizzare, ma negli ultimi tempi si sta diffondendo sempre di più la moda di utilizzare rimedi naturali fai da te per prevenire e curare la formazione di calcare. Questo perché, nonostante i prodotti a riguardo che sono presenti in commercio siano di buona qualità, contengono molto spesso alcune sostanze chimiche che possono danneggiare l’ambiente esterno. Ecco il motivo per il quale si sta ricorrendo sempre di più ai facili e sicuri rimedi casalinghi, quelli che le nostre nonne utilizzavano e che ci sono stati tramandati fino ad oggi. In casa sicuramente abbiamo moltissimi ingredienti, la maggior parte utilizzati principalmente in cucina, che possono fare al caso nostro: tra di essi troviamo in primis l’aceto, ottimo rimedio per molteplici utilizzi domestici, il limone, il bicarbonato di sodio, il pomodoro e l’acido citrico.

Il rimedio maggiormente utilizzato per la pulizia del calcare all’interno delle proprie abitazioni è la soluzione formata da acqua e aceto. Si svitano le parti dove si è maggiormente formato il calcare, solitamente rubinetti e filtri, si immergono e si lasciano ammollo in questa soluzione per circa 24 ore: il risultato si vedrà immediatamente, il calcare si scioglierà in modo definitivo e renderà il tutto molto più pulito e lucido.

calcare lavatrice

Come abbiamo detto precedentemente, il calcare si tende a formare soprattutto nei tubi della lavatrice. Proprio per questo motivo è molto importante utilizzare prodotti sicuri e mirati per la rimozione del calcare, come ad esempio addolcitori domestici che non utilizzano filtri. Oppure, se si volesse porre rimedio in modo del tutto naturale è possibile farlo versando circa un litro di soluzione formata da acqua e aceto all’interno del cestello della lavatrice (che dovrà essere rigorosamente vuoto), dopo di che si dovrà selezionare come programma di lavaggio quello lungo impostando una temperatura tra i 60 e i 90 gradi. Ripetendo questa semplice ma importante operazione almeno una volta al mese non solo si contribuirà a sciogliere il calcare ma anche a disinfettare la lavatrice, ottenendo dei risultati mai visti prima.

Come proteggere la tua casa dal calcare ultima modifica: 2017-12-07T19:22:22+00:00 da admin-Salvatore

Cosa ne Pensi ? Vuoi lasciare un commento ?

Questo sito può utilizzare i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi