Le agevolazioni fiscale per ristrutturazione casa ed acquisto mobili ed elettrodomestici

ristrutturazione e agevolazioni fiscali

Ristrutturare casa può essere una buona idea: si può risparmiare sulla dichiarazione dei redditi, grazie ad apposite agevolazioni fiscali previste per una vasta gamma di interventi.
Facendo qualche calcolo, nel giro di 10 anni si può recuperare più della metà di quanto si è speso.

Ce lo spiega Altroconsumo Soldi e Diritti nel numero 148 di maggio 2016 da cui riporto questo articolo.(Altroconsumo ti prego prima di denunciarmi per copia non autorizzata, richiedi semplicemente la rimozione di questo interessante ed utile articolo 😉   ) Leggi tutto »

Come scegliere un letto singolo

Con un letto contenitore ci sarebbe più ordine

come scegliere il letto singolo

L’acquisto di un letto può sembrare all’apparenza una decisione molto semplice. In realtà le possibilità sono moltissime e un potenziale acquirente dovrebbe pensare prima accuratamente a ciò di cui ha bisogno,  quale stile desidera e come si posizionerà nella camere da letto prima di prendere una decisione.

Il letto è il pezzo più importante dei mobili in camera da letto. Quindi bisogna stare attenti quando si sceglie il letto. Deve avere una buona struttura, essere comodo, ma anche bello da vedere  perchè si noterà subito appena entrati nella stanza da letto.

Quando si sceglie un letto singolo le dimensioni sono più o meno standard, a meno di non aver bisogno di un letto extra long per persone alte oltre il metro e novanta. Ma ci sono altre variabili da considerare, come i materiali e finitura, fino alla scelta del materasso per dormire bene. Leggi tutto »

Entro e non oltre non vale nei preliminari di compravendita

sentenza 6608 2016 tribunale di Roma

Il contratto definitivo dovrà stipularsi avanti ad un notaio scelto dalla parte promissaria acquirente entro il ______________.

Così abbiamo scritto nel modello di preliminare di compravendita che abbiamo pubblicato su questo blog.

Non è proprio “entro e non oltre” solo perchè ritenevamo che per la grammatica italiana fosse una ripetizione, anche se di ampio uso nel linguaggio burocratico, ma il significato è lo stesso .

Le parti si impegnano a sottoscrivere un contratto definitivo davanti al notaio entro una certa data .

Sottoscrivendo un contratto, anche se in forma privata, con una scadenza palese e definita, penso che entrambi le parti capiscano la stessa cosa, cioè che superare il termine concordato comporta l’inefficacia del contratto .

Secondo una recente sentenza del Tribunale di Roma non è così, almeno per quanto riguarda i contratti di compromesso immobiliare.

Il semplice trovarsi oltre la data stabilita non significa automaticamente che viene meno la volontà di procedere al contratto definitivo, salvo espressa rinuncia delle parti. Leggi tutto »

residenza ed esenzione IMU e TASI

imu tasi regole residenza ed esenzione

Come sappiamo l’abitazione principale fiscalmente ha dei benefici rispetto alle abitazioni secondare, a partire dalle tasse dovute per il suo acquisto fino alle annuali tasse sul possesso, IMU e TASI.

Purtroppo però molti contribuenti sono portati in errore dalle informazioni ricevute dai notai circa i requisiti di agevolazione ed esenzione IMU e TASI della prima casa .

Infatti al momento dell’acquisto immobiliare, ai fini dell’imposta di registro, per usufruire dell’aliquota ridotta è necessario che il contribuente dichiari nell’atto di voler trasferire la residenza nell’immobile acquistato entro 18 mesi dalla stipula della compravendita .

Questo è quello che comunica il notaio, perchè questo, imposta di registro, è sotto la sua personale competenza .

Ma la normativa IMU e TASI è diversa . Per avere l’esenzione IMU e dal 2016 anche l’esenzione TASI,  è necessario che l’immobile sia adibito ad abitazione principale immediatamente dopo l’acquisto. Leggi tutto »

Tassi bassi, mutuo più alto, più possibilità per l’acquisto della casa.

mutuo leggero

I tassi di interesse al minimo storico e la rata del mutuo che scende di conseguenza portano a fare alcune considerazioni: è l’ora di fare delle scelte, di investire i risparmi, di migliorare la propria condizione abitativa.

Vediamo diversi scenari che si possono prospettare con i mutui ipotecari accessibili.

lascia l’affitto, diventa proprietario

Un mutuo da 150.000 euro a 30 anni a tasso fisso costa 600 euro al mese (gruppo Intesa) .
Con un mutuo a tasso variabile, anche se non lo consiglio (come saranno i mutui tra 5 anni ? nessuno lo può sapere) la rata mensile si abbassa ulteriormente, anche 150 euro meno.

Un appartamento in affitto nel mio paese non costa meno di 500 euro al mese, arriva anche ad 800 euro al mese .

Se non si considera adesso l’idea di diventare proprietari, non lo si potrà fare mai più . Leggi tutto »